Cala il sipario sul sessantasettesimo Festival di Berlino; la vittoria è della regista ungherese Ildiko Enyedi: la storia d’amore di “On body and soul” tra una dipendente addetta al controllo delle carni e il suo manager di produzione, ambientata in un mattatoio di Budapest, ha infatti conquistato la giuria e il suo presidente Paul Verhoeven.
L’Orso d’argento della giuria è andato invece a “Félicité” di Alain Gomis, lo struggente dramma di una cantante di un bar di Kinshasa mentre, il terzo gradino del podio, ossia l’Orso d’argento per la regia, è stato assegnato ad Aki Kaurismaki con “The other side of hope”. “On body and soul” sarà distribuito in Italia da Movies Inspired.

 

di Francesco Paolo De Angelis


 

A proposito dell'autore

La redazione di MCT Master in Cinema e Televisione cura la pubblicazione e la correzione di ogni articolo scritto dai nostri stagisti per la testata online.

Post correlati