Scarlett Johansson fa causa alla Disney per “Black Widow”. Secondo l’attrice protagonista del film basato sul personaggio di Natasha Romanoff dei fumetti Marvel Comics il suo contratto è stato violato con l’uscita in contemporanea sia nelle sale cinematografiche sia su piattaforma streaming Disney+. Nell’azione legale la Johansson sostiene che secondo gli accordi con la Marvel Entertainment veniva garantito uscita in sala esclusiva e il suo compenso era basato in larga parte sulla performance del film al botteghino. In questo senso, quindi, la Disney ha violato senza giustificazione l’accordo con la Marvel impedendo all’attrice di trarre tutti i benefici del contratto. La causa da parte della Johansson potrebbe costituire un precedente per il mondo dell’intrattenimento. Attori e produttori vogliono infatti assicurarsi che la crescita dello streaming non li danneggi. (ANSA)

A proposito dell'autore

webmaster

Sergio Scoppetta è un filmmaker, fotografo e web manager italiano. Dal 2008 al 2011 si occupa dello sviluppo e della gestione del sito ufficiale dell’artista Marco Castoldi in arte Morgan. Nel 2014 programma il lancio della comunicazione web del Centro di Progettazione e Ricerca di Ateneo “Scienza Nuova”. Oggi è Web Project Manager di “MCT Master in Cinema e Televisione” dell’Università Suor Orsola Benincasa e di Dancingpost, un magazine di danza tra Napoli e New York.

Post correlati