La notizia è di poche settimane fa, ma il clamore che ha suscitato nel mondo dello spettacolo non accenna a spegnersi: Daniel Day-Lewis ha annunciato, tramite un suo portavoce, la fine della sua carriera da attore.
Il comunicato, breve ma conciso, è stato rilasciato alla rivista Variety e recita le seguenti parole: “Daniel Day-Lewis non lavorerà più come attore. È immensamente grato a tutti i suoi collaboratori e agli spettatori dei suoi film nel corso di questi molti anni. È una decisione privata e non verranno rilasciati ulteriori commenti, nemmeno da parte dei suoi portavoce, su questo argomento”.

Inutile aggiungere che queste dichiarazioni hanno fatto il giro del mondo, soprattutto perché l’attore londinese è considerato tra i migliori (se non il migliore in assoluto) di tutto il panorama cinematografico. Daniel Day-Lewis infatti, oltre a poter vantare interpretazioni eccezionali, è stato premiato con tre Oscar e cinque nomination ed è noto nello star system per la grande professionalità e dedizione.
Se questa decisione dovesse rivelarsi definitiva Phantom Thread, del regista Paul Thomas Anderson, potrebbe essere il suo ultimo lavoro.Così, a tutti gli appassionati di cinema, non resterà altro da fare che consolarsi ricordando le incredibili trasformazioni di uno dei più grandi interpreti di tutti i tempi.

 

di Umberto Granata

A proposito dell'autore

La redazione di MCT Master in Cinema e Televisione cura la pubblicazione e la correzione di ogni articolo scritto dai nostri stagisti per la testata online.

Post correlati